Sotto sopra

ImmagineRicordo un esperimento di psicologia che di-mostrava la continua reversibilità del rapporto figura-sfondo; per intenderci quell’immagine della coppa o dei due visi affrontati (Rubin 1921).
Ecco, noi lo sfondo ce lo dimentichiamo, ma è rispetto allo sfondo che prende forma la percezione. Anche se lo sfondo è un fondale che sembrerebbe insignificante.
Tuttavia, se sullo sfondo noi teniamo presente il rischio del “non essere” delle cose allora anche cose banali possono essere guardate con un occhio incantato. Ma non è roba mia, sto citando Cézanne, il pittore francese. E’ una frase; mi è stata raccontata da persona fidata, non l’ho letta. Avrebbe dunque detto Cézanne: “Immaginate d’essere morti, e però non avete fatto in tempo a… Così, chiedete al Padre Eterno il permesso di tornare in vita. Egli ve lo concede, ma attenzione però, per un’ora soltanto. Bene, – dice il pittore – in quell’ora una goccia di rugiada sopra un filo d’erba avrebbe il potere d’incantarvi e commuovervi fino alle lacrime. Con questo stato dell’animo e solo con questo il pittore dovrebbe dipingere”.
Di fronte all’intuizione matematica e fantasiosa dell’eternità cosa volete che sia la durata della vita media di una persona?! Un’ora poi?!!
Quindi quell’ora è una metafora e credo sia una frase eccellente a segnalare la preziosità di un certo modo di tenere presente la limitatezza della vita umana.
Quell’altro modo viceversa dice: “Bé, se siamo mortali, se siamo già morti…cosa serve??” Eh no!! Siccome siamo mortali dobbiamo saper essere vivi al meglio possibile, per noi e per quelli intorno a noi.
Era per allacciarmi a un pensiero abbastanza diffuso di questi tempi.
Si ritiene che la vita quotidiana con i suoi ritmi ripetitivi non favorisca l’ingenuità creativa. In un certo senso sì, ma anche no: se noi appunto la osserviamo attraverso questo cannocchiale di sfondo.
Se ci serviamo di questo sfondo che garantisce la leggibilità delle figure, allora può esistere un tipo di sfondo che conferisce significatività creativa anche alle cose apparentemente banali. Basta, tra virgolette, decentrarsi rispetto al modo abituale di guardare alle cose.
Quando eravamo bambini si giocava a guardare il mondo a testa in giù coi piedi per aria. E’ incredibile quello che si vede da quella posizione. E’ un sotto sopra che ci fa coscienti di un’altra lettura del mondo.
Lo ritengo un modo efficace questo per dire che la realtà non si percepisce, bensì si legge. Si legge perché è scritta, l’hanno scritta gli esseri umani in un certo modo, ecc. . Per questo è importante aprire in direzione di altre letture.
I bambini non ancora sufficientemente alfabetizzati inventano loro, entro certi limiti, il linguaggio che permette la figurazione attraverso la quale si legge il mondo ed il suo significato.
La psicoanalisi ha fatto questo SOPRA SOTTO quando ha ipotizzato che ci fosse un senso nell’insensato secondo il senso comune. E su questo si è poi messa al lavoro.
Il passaggio dall’inconscio alla coscienza comporta trasformazioni sorprendenti. Tutta la psicopatologia lasciata così al grezzo è fonte di sofferenza. L’interpretazione analitica, quando abbiamo la fortuna d’imparare a leggere e a proporre una lettura, sorprende poiché mette senso dove era peso; da un lato sollevando, perché chi è sotto il peso dell’angoscia, sentirsi alleggerito equivale a una rinascita. Dall’altro mettendo senso, cioè significazione, dove era soltanto il peso greve di un blocco di marmo. Poi arriva Michelangelo e a suon di “picia e martela” tira fuori il Mosè, il David o la Pietà lasciando noi, a proposito di quel che si diceva sopra, incantati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...